Coronavirus, in Italia la variante Omicron è stimata al 28% dei nuovi casi | T-Mag | il magazine di Tecnè

Coronavirus, in Italia la variante Omicron è stimata al 28% dei nuovi casi

La variante Omicron si sta diffondendo ad un ritmo notevole, peggiorando la situazione epidemiologica un po’ ovunque. L’Italia non rappresenta un’eccezione. Un’indagine rapida dell’Istituto superiore di Sanità ha provato a calcolare la diffusione di questa nuova variante, più contagiosa delle precedenti. Secondo i dati preliminari, che hanno evidenziato anche forti differenze a livello territoriale, la variante Omicron è responsabile del 28% dei nuovi casi di positività registrati. Nel nostro Paese, dunque, l’incidenza della Omicron dovrebbe quindi essere cresciuta di circa 150 volte nell’arco di un paio di settimane: la precedente indagine, che si riferiva ai campioni raccolti il 6 dicembre, l’aveva stimata allo 0,19%. Nel comunicare i dati, l’Istituto superiore di Sanità ha sottolineato che il tempo di raddoppio rilevato per la Omicron – ovvero l’arco temporale in cui raddoppia l’incidenza della variante sui nuovi positivi – è stato di due giorni, in linea con quello degli altri Paesi europei.

 

1 Commento per “Coronavirus, in Italia la variante Omicron è stimata al 28% dei nuovi casi”

Scrivi una replica

News

Inflazione, Coldiretti: su aumenti frutta e verdura pesa la siccità

La siccità con il taglio dei raccolti spinge l’inflazione nel carrello della spesa con aumenti che vanno dal +10,8% per la frutta al +11,8% della…

1 Lug 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, scatta il rinnovo del programma “Roam-like-at-home” fino al 2032

Nell’Unione europea niente roaming a pagamento fino al 2032. Lo prevede il nuovo regolamento Ue che entra in vigore oggi, venerdì 1° luglio 2022, estendendo…

1 Lug 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

«Oltre un giovane su due è preoccupato per il futuro»

Si dice «incerto» o «preoccupato» per il proprio futuro, il 52,7% degli adolescenti italiani tra i 13 e i 19 anni. Lo rivela l’indagine nazionale…

1 Lug 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Stoltenberg: «A Kiev servono armi più pesanti, equipaggiamento più moderno»

All’Ucraina servono «più armi pesanti, equipaggiamento più moderno, che devono essere consegnati più velocemente». Lo ha detto il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, intervenendo nel corso di…

1 Lug 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia