Lavoro: a gennaio previste 504 mila assunzioni | T-Mag | il magazine di Tecnè

Lavoro: a gennaio previste 504 mila assunzioni

Lo rendono noto Unioncamere e Anpal, aggiungendo che nel primo trimestre le assunzioni programmate dalle imprese saranno 1,3 milioni, perlopiù con contratto a tempo determinato

di Redazione

Sono 504 mila i lavoratori ricercati dalle imprese a gennaio e 1,3 milioni per il primo trimestre dell’anno. Lo rende noto il Bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal, l’Agenzia nazionale politiche attive Lavoro, sottolineando che il dato è in crescita rispetto in entrambi i casi rispetto al 2022 (+10,1% a gennaio e +12,9% nel primo trimestre).

Foto di Christopher Burns su Unsplash

Il mercato del lavoro italiano sembra essersi lasciato alle spalle il biennio pandemico e le conseguenti difficoltà: la domanda di lavoro prevista ad inizio d’anno si colloca sopra i livelli pre-Covid e segna un +14,0% (+62 mila assunzioni) rispetto a gennaio 2019, sottolineano Unioncamere e Anpal.

La crescita coinvolge tutti i settori, con il manifatturiero che traina la domanda di lavoro (+19 mila assunzioni; +17,8%), a seguire il turismo (+10 mila unità; +21,0%), servizi operativi di supporto a imprese e persone (+7 mila; +17,7%) e servizi alle persone (+7 mila; +12,9%). Sale al 46,5% la difficoltà di reperimento (+7 punti percentuali rispetto a un anno fa) che si attesta al 66% per le figure dirigenziali e sfiora il 62% per gli operai specializzati.

A gennaio l’industria ha in programma 174 mila assunzioni. Sono alla ricerca di personale le imprese delle costruzioni (51 mila entrate), seguite dalle imprese della meccatronica con 34 mila entrate e da quelle metallurgiche e dei prodotti in metallo che programmano 27 mila entrate. I servizi prevedono di assumere 330 mila lavoratori: a offrire le maggiori opportunità lavorative sono i servizi alle persone che ricercano 64 mila profili, seguiti da commercio (60 mila) e turismo (58 mila).

Non tutte le notizie sono positive, però: cresce il mismatch tra domanda e offerta di lavoro, passando 38,6% del 2022 al 45,6% (pari a circa 230 mila assunzioni). Mancanza di candidati (27,8%) e una preparazione inadeguata (13,5%) sono le motivazioni principali indicati dalle imprese. Dirigenti (66,1%), operai specializzati (61,9%), tecnici (51,6%), conduttori di impianti (49,0%), professioni intellettuali, scientifiche e con elevata specializzazione (47,5%), professioni qualificate nelle attività commerciali e nei servizi (41,0%) sono le professioni più difficilmente reperibili.

Molte delle assunzioni programmate (153 mila unità) sono rivolte «preferenzialmente» agli under 30, perlopiù diplomati (150 mila).

Il contratto a tempo determinato è la forma di assunzione maggiormente proposta con 208 mila unità, pari al 41,3% del totale.

A livello territoriale sono le macro-ripartizioni del Nord-ovest e del Nord-est a segnalare le previsioni di assunzione più elevate (rispettivamente oltre 171 mila e circa 123 mila), seguite dalle regioni del Sud (oltre 109 mila) e del centro (circa 101 mila).

 

Scrivi una replica

News

Meloni: «La Shoah fu un abisso dell’umanità»

«La Shoah rappresenta l’abisso dell’umanità. Un male che ha toccato in profondità anche la nostra Nazione con l’infamia delle leggi razziali del 1938. È nostro…

27 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Maturità 2023: latino al classico, matematica allo scientifico

Latino al classico, matematica allo scientifico. Sono state annunciate le materie della seconda prova per l’esame di Maturità 2023, che torna a svolgersi secondo quanto…

27 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Aiea: ieri esplosioni vicino a centrale nucleare di Zaporizhzhia

Potenti esplosioni vicino alla centrale nucleare di Zaporizhzhia occupata dai russi sono avvenute ieri durante l’attacco missilistico da parte delle forze di Mosca contro l’Ucraina.…

27 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Iran: attacco all’ambasciata azera, una vittima

Un morto e due persone rimaste ferite è il bilancio di un assalto all’ambasciata dell’Azerbaigian in Iran. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri…

27 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia