SocialPA, limiti ed opportunità per le PA italiane | T-Mag | il magazine di Tecnè

SocialPA, limiti ed opportunità per le PA italiane

di Sergio Ragone

milanosocialStando alle ultime valutazioni della Blogmeter la Social PA non è ancora del tutto praticata in Italia. Un’indagine “quali-quantitativa” sulle performance dei comuni capoluogo di provincia e delle regioni italiane dice chiaramente che che sia i comuni capoluogo di provincia che le regioni hanno ampi margini di miglioramento del loro approccio verso la rete internet e i suoi strumenti. L’analisi è stata svolta su una base di 600.000 dati prodotti dalle attività de amministrazioni locali su Facebook e su Twitter nell’arco di oltre sei mesi.

I numeri
Il 48% dei Comuni ha una pagina ufficiale su Facebook, mentre su Twitter la percentuale dei presenti scende al 37%. Le Regioni su Facebook sono solo otto su venti, mentre sono nove su Twitter. “Su Twitter, si legge nel comunicato stampa, l’account del comune capoluogo del Piemonte vanta circa 68.000 follower, seguito a grande distanza dai comuni di Napoli (circa 18.000) e Firenze (circa 13.700). Su Facebook la pagina di Torino accumula il maggior numero di fan, poco meno di 25.000, seguita da quelle di Modena (poco più di 14.000) e Genova (circa 13.400). Per quanto riguarda le regioni, la Lombardia svetta su Twitter con poco più di 12.000 follower, seguita a poca distanza dal Piemonte, mentre su Facebook il podio va alla regione Puglia con poco meno di 17.000 fan, seguita da Lombardia ed Emilia Romagna.”

Engagement
Milano è la città con più engagement. Su Twitter il capoluogo lombardo “fa registrare il maggior numero di citazioni (13.386 in più di sei mesi), seguita a lunga distanza da Firenze (7.834) e Roma (7.715), mentre su Facebook riesce a generare il maggior coinvolgimento dei cittadini (in termini di like, commenti, condivisioni, post spontanei) grazie a una media di 385 interazioni al giorno, seguita da Rimini e Modena. Sul versante delle regioni, la Lombardia è al primo posto su Twitter con 1.111 mentions seguita dall’account del Consiglio Regionale del Piemonte con 916, mentre su Facebook l’Abruzzo si piazza in testa alla classifica anche se stimola soltanto 554 interazioni in un mese.”

Le potenzialità
Per Cosenza della Blogmeter la PA dovrebbe sfruttare al meglio le enormi potenzialità offerte dai social, puntando ad un dialogo con i cittadini e non solo al broadcasting. Fa notare Cosenza che “su Facebook solo 15 comuni su 57 permettono ai cittadini di scrivere spontaneamente sulla bacheca. Ma quelli che lo consentono presentano bassi tassi di risposta e tempi di reazione agli input dei cittadini molto dilatati. Solo il comune di Milano fa eccezione con 488 risposte date in 18 ore e 48 minuti”

Queste le slide dello studio

Blogmeter: Social PA – Forum PA 2013 from Me-Source S.r.l./Blogmeter

@sergioragone

 

1 Commento per “SocialPA, limiti ed opportunità per le PA italiane”

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Gelmini: «Da lunedì più di 11 regioni in zona gialla»

«Le regioni che dovrebbero passare in giallo da lunedì dovrebbero essere più di 11». A riferirlo è la ministra per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini,…

21 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Es’givien x la Terra e il Made in Italy: il nuovo progetto by #ilfashionbelloebuono

Sostenibilità della moda o moda della sostenibilità? Dopo un anno di pandemia e anni di delocalizzazione di troppe produzioni etichettate Made in Italy, Es’givien lancia…

21 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Superlega, l’Uefa ai club ritirati: “Passo indietro da ammirare, bentornate”

L’Uefa e in particolare Aleksander Ceferin, hanno accolto con grande soddisfazione il ritiro di sette club dalla Superlega: “Gli errori si possono commettere, importante è…

21 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Superlega, si ritira anche l’Inter

Dopo la notizia del ritiro dei sei club inglesi, anche l’Inter ha annunciato il proprio ritiro dalla Superlega. “A queste condizioni non ci interessa”, fanno…

21 Apr 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia